Domenica 30 Maggio 2010

Immigrato clandestino ucciso a colpi di accetta nel Napoletano

Napoli, 30 mag. (Apcom) - Un immigrato clandestino è stato ucciso nella sua abitazione a Brusciano, nel Napoletano, probabilmente a scopo di rapina. Sul corpo senza vita dell'uomo sono state inferte cinque coltellate, forse con un'accetta. Mohamed Ouhmid Ouhmid aveva 33 anni ed è deceduto in seguito alle numerose ferite inflitte alla gola, alla schiena e al petto. L'omicidio si è consumato ieri, ma ne è stata data notizia solo oggi. Il ritrovamento del cadavere è avvenuto dopo una telefonata al 112. I carabinieri della centrale operativa di Castello di Cisterna hanno rinvenuto la vittima riversa a terra, nell'ingresso di un'abitazione di via Genova. Secondo quanto è emerso il marocchino sarebbe stato ucciso a scopo di rapina oppure per una questione di soldi: forse denaro da restituire. La salma è stata trasferita presso il Secondo Policlinico di Napoli dove sarà effettuata l'autopsia. La Procura di Nola ha aperto un fascicolo sull'episodio, mentre i militari dell'Arma continuano le indagini per risalire all'omicida. Dai primi sopralluoghi non sono risultati segni di effrazione alla porta è, quindi, probabile che la vittima conoscesse il suo assassino. Sembra che da casa dell'uomo, che lavorava come agricoltore, non sia scomparso nulla.

Psc

© riproduzione riservata