Martedì 01 Giugno 2010

Sardegna/ Provinciali, 5 province su 8 al centro-destra

Cagliari, 1 giu. (Apcom) - Sassari, Medio Campidano e Carbonia-Iglesias al centrosinistra, Oristano e Gallura al centrodestra al primo turno. Sono questi i verdetti delle elezioni provinciali in Sardegna. Alessandra Giudici si è riconfermata presidente della Provincia di Sassari con il 50,7% delle preferenze contro il 41,07% di Mariano Mameli, candidato del centro-destra. Salvatore Cherchi (eletto con il 50,3% dei voti contro i 45,2% di Giuseppe Madeddu del centrodestra) e Fulvio Tocco, (che ha ottenuto il 55,1% delle preferenze contro il 39,37% del suo sfidante di centrodestra Efisio Luigi Meloni) sono i presidenti rispettivamente delle province del Medio Campidano e di Carbonia-Iglesias. Massimiliano De Seneen e Fedele Sanciu, entrambi del centrodestra, conquistano invece la presidenza le province di Oristano e Gallura. Il 59,7 per cento dei votanti oristanesi ha preferito De Seneen, il 53,2 per cento dei galluresi, ha dato fiducia a Fedele Sanciu. Nella provincia di Cagliari si andrà invece al ballottaggio fra Graziano Milia (presidente uscente del Pd) che ha ottenuto il 33,7 % delle preferenze contro il 46,7 % di Giuseppe Farris, candidato ufficiale del Pdl. Decisivi per l'appuntamento elettorale, fra due settimane, saranno i candidati sconfitti, Federico Palomba per l'Idv (9,22%) e Piergiorgio Massidda (il "ribelle" del Pdl), che ha ottenuto il 14,51% dei voti. Ballottaggio anche in Ogliastra fra Sandro Daniele Rubiu del centrodestra (43,76%) e Bruno Pilia del centrosinistra (41.06%). Sarà necessario tornare alle urne fra due settimane anche nella Provincia di Nuoro: il presidente uscente del centro-sinistra Roberto Deriu si è fermato al 32,47% contro il 38,35% dello sfidante Luigi Crisponi del centro-destra. Buon risultato, che potrebbe essere decisivo per i ballottaggi, del "dissidente" del centro-sinistra Efisio Arbau che ha ottenuto il 23,90% delle preferenze. Crollano i votanti: per le provinciali ha votato 56,75% degli elettori contro il 68,26% del 2005. È Cagliari la provincia con la percentuale più bassa: solo il 47,29%, contro il 62,24% delle passate consultazioni. Il record è invece l'Ogliastra (65,32 per cento), seguita da Nuoro (65,07) e Oristano (59,32). Poco sopra quota 60% Sassari (62,96), mentre il Medio Campidano si ferma al 58 per cento esatto. Poco più sopra, la Gallura (59,62), mentre nel Sulcis ha votato il 58,62%. Ad Iglesias un'elettrice è stata denunciata per aver fotografato col telefonino la sua scheda. Tensione a Monastir, nel cagliaritano: un'elettrice, gravemente invalida, ha chiesto di votare a domicilio, inizialmente senza risultato: caso risolto dalla la prefettura dopo l'intervento dell'Associazione diritti degli anziani. A Nuraminis, sempre nel cagliaritano, il terreno di uno dei tre candidati a sindaco è stato inondato dopo che qualcuno ha manomesso il contatore dell'irrigazione.

Mig

© riproduzione riservata