Martedì 01 Giugno 2010

M.O./ Raid Israele, console italiano incontra italiani in carcere

Roma, 1 giu. (Apcom) - In questi minuti è in corso l'incontro tra il console italiano in Israele, Gloria Bellelli, e i sei connazionali detenuti nel carcere di Beer Sheva, dopo l'arrembaggio, ieri, del commando israeliano alla "Freedom Flotilla" diretta a Gaza. Ne ha dato notizia il portavoce della Farnesina, Maurizio Massari. "Sono in corso le procedure d'espulsione dei 6 connazionali, di cui due con doppia cittadinanza: uno anche con quella tedesca, l'altro con quella palestinese. Sono detenuti perché si sono rifiutati di lasciare il Paese; saranno liberi in poche ore, al massimo in tre giorni" ha aggiunto Massari. "Problemi con le famiglie? No, siamo sempre restati in contatto. L'unica che abbiamo avuto problemi a contattare è stata quella di Marcello Faracci (italo-tedesco) perché la sua famiglia non è in Italia" ha spiegato Massari. "La nostra unità di crisi è subito entrata in contatto con i nostri connazionali, per fare in modo che i loro diritti siano tutelati. Certo, lo abbiamo fatto non appena possibile, perché le autorità israeliane non sono state subito disposte a metterci in contatto con loro, nelle ore convulse successive all'azione" ha precisato Massari. L'Italia esprime inoltre il suo "sostegno alla dichiarazione Onu affinché vi sia un'inchiesta indipendente, immediata e credibile che faccia luce su quanto accaduto" ha concluso il portavoce della Farnesina.

PcaAqu

© riproduzione riservata