Martedì 01 Giugno 2010

Mondiali/ Marchisio: Sono in azzurro grazie a Calciopoli

Roma, 1 giu. (Apcom) - Se oggi è in nazionale, se - come sembra molto probabile - il ct Marcello Lippi lo inserirà nella definitiva lista dei 23 per il Mondiale Sudafricano, Claudio Marchisio deve dire "grazie a Calciopoli". Proprio così. Perché, ha spiegato oggi il centrocampista della Juventus nel corso della conferenza stampa tenuta al ritiro del Sestriere, dopo lo scandalo del 2006 "i club hanno imparato a rischiare un po' di più, scommettendo suoi giovani". Poi, su quel treno che passava, si è trattato di salirci su. "Credo di aver saputo sfruttare le mie occasioni, e ora sono qui", ha detto Marchisio. "Sono stato lanciato in prima squadra da Deschamps, come altri giocatori della Primavera bianconera". Marchisio ha esordito in azzurro meno di un anno fa, il 12 agosto del 2009 in amichevole contro la Svizzera. Ma l'avvicinarsi del grande evento non lo spaventa. "Non sono preoccupato, saranno comunque partite di calcio", ha detto Marchisio. "Al debutto ci penso, eccome; e mi sono fatto pure qualche film, immaginando come potrebbe essere, anche perché mi piace navigare su internet, informarmi sulla competizione". Lippi in questi giorni lo sta provando come trequartista, dietro il centravanti: "Innanzi tutto - ha detto - ringrazio il mister per la fiducia che mi sta accordando. Non mi considero una mezzapunta, ma un centrocampista in più, copro gli esterni d`attacco, mi inserisco negli spazi. Quest`anno nella Juve ho cambiato tanti ruoli, cerco di adattarmi sempre, come fece Perrotta in passato in nazionale. Perché a me piace giocare, e non ho paura di bruciarmi interpretando diverse posizioni. Certo, non ho le caratteristiche di un numero 10, piuttosto sono un incursore". Il suo idolo è stato Alessandro Del Piero, che per lui ha rappresentato un esempio di vita. Ma oggi è pronto a seguire i 'vecchi' della nazionale. "I campioni del mondo dimostrano una grande voglia di difendere il titolo e questa voglia di riflesso la stanno trasmettendo a noi giovani", ha spiegato Marchisio. "Da parte mia e degli altri che formano il gruppo c'e' grande voglia di fare. Si è creato un mix positivo con i campioni del 2006".

CAW

© riproduzione riservata