Sabato 05 Giugno 2010

Tennis/ Roland Garros: Schiavone d'Italia, la finale più attesa

Roma, 5 giu. (Apcom) - Fortuna che i Mondiali di calcio sono ancora lontani una settimana, perché oggi pomeriggio alle 15 il tennis prenderà per qualche ora il posto dello sport nazionale. Merito di Francesca Schiavone, che dopo la pagina di storia scritta con la qualificazione al Roland Garros può chiudere in maniera trionfale la sua avventura nel prestigioso Open parigino conquistando il quarto titolo slam nella storia del tennis italiano, il primo in campo femminile. La 'Leonessa' di Milano ha strappato il traguardo della finale con la potente australiana Samantha Stosur, anch'essa alla prima finale di un major in carriera, grazie ad un torneo giocato a grandi livelli e all'abbandono in semifinale della russa Elena Dementieva, costretta a rinunciare per infortunio dopo avere perso il primo set al tie break. "Ho scritto una pagina di storia per il mio Paese e per me stessa", ha detto la Schiavone dopo la qualificazione alla grande finale sulla terra battuta di Parigi. In attesa di conoscere l'esito della finale la Schiavone è sicura di entrare nella top ten della classifica Wta, quantomeno al settimo posto. Vincitrice di tre tornei da professionista - Bad Gastein 2007, Mosca 2009 e Barcellona 2010 - la tennista di Milano oggi giocherà la 14.ma finale in carriera, la prima dopo quella persa lo scorso anno a Praga. Due anni fa la Schiavone sfiorò il trionfo nel torneo di doppio femminile al Roland Garros perdendo la finale in coppia con l'australiana Casey Dellacqua. La finale conquistata dalla Schiavone riporta il tennis italiano nel match per il titolo di un torneo del Grande Slam a 34 anni dal successo di Adriano Panatta nella finale del Roland Garros, ultima affermazione italiana in un torneo del Grande Slam. Raggiungendo le semifinali del Roland Garros la Schiavone aveva già eguagliato il traguardo raggiunto da Silvana Lazzarino, semifinalista nel prestigioso Open francese nel lontano 1954. Per il tennis italiano si tratta della settima finale del singolare di un torneo Slam nella storia del tennis italiano. I sei precedenti sono tutti relativi al Roland Garros, unico major disputato su terra battuta, superficie tradizionalmente amica per i colori italiani: il primo fu Giorgio De Stefani nel 1932 (sconfitto dal francese Henri Cochet in tre set), seguito dal poker di finali di Nicola Pietrangeli (1959, 1960, 1961 e 1964)

Grd

© riproduzione riservata