Martedì 08 Giugno 2010

Federalismo/ Fini: Non deve indebolire ma rafforzare unità Paese

Roma, 8 giu. (Apcom) - Il federalismo non è "in discontinuità" con la storia unitaria dell'Italia "perchè la varietà, se correttamente intesa, non indebolisce ma rafforza il sentimento di unità". Lo ha detto il presidente della Camera Gianfranco Fini parlando davanti al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano durante il convegno, nella sala della Lupa di Montecitorio, in occasione del convegno "Nazione e Stato. L'Italia di Ricasoli e di De Gasperi". Guardando alla storia nazionale Fini osserva che "il dato che ritengo importante è che l'affermazione delle idee di federalismo e di autogoverno dei territori deve essere vista nella sua continuità, non già in una inesistente discontinuità con lo spirito nazionale della generazione che realizzò il Risorgimento". "Oggi - ha rilanciato - il federalismo deve significare una visione del futuro del Paese, allo stesso modo in cui fu visione fiduciosa dell'Italia quella dei successori di Cavour e quella, ottanta anni dopo, dei padri costituenti. Visione fiduciosa, visione attenta alla ricchezza culturale delle regioni e per ciò stessa visione unitaria dell'Italia". Fini ha ribadito quindi che "oggi come ieri la vera differenza, la vera divisione nella coscienza del Paese non è tra spirito nazionale e cultura locale o regionale, ma tra fiducia e scetticismo nel futuro dell'Italia unita".

Vep

© riproduzione riservata