Giovedì 17 Giugno 2010

Mondiali/ Forlan spegne le vuvuzela, Spagna con le spalle al muro


Roma, 17 giu. (Apcom)
- Il Sudafrica che cade sotto i colpi di Diego Forlan e la Spagna con le spalle al muro dopo appena 90 minuti di Mondiale. Nel primo incontro della seconda giornata del Gruppo A i Bafana Bafana padroni di casa sono stati sconfitti ieri a Pretoria dall'Uruguay per 3-0 con una doppietta di Diego Forlan al 24' e all'80' su calcio di rigore e con un gol al 95' di Alvaro Pereira. In occasione del penalty è stato espulso il portiere sudafricano Itumeleng Khune, punito dall'arbitro svizzero Massimo Busacca per un contatto impercettibile. L'Uruguay, che sul raddoppio ha incredibilmente messo a tacere per un lunghissimo minuto il frastuono delle vuvuzela, guida il girone con quattro punti, tre in più rispetto a Sudafrica, Francia e Messico (oggi Francia e Messico si sfidano a Polokwane).

Il risultato più clamoroso di questo primo scorcio di torneo è arrivato da Durban, dove i campioni d'Europa della Spagna si sono arresi per 1-0 ad una Svizzera solida e spietata. Il gol di Gelson Fernandes nella ripresa ha regalato ai rossocrociati un successo difficilmente pronosticabile, che unito alla vittoria del Cile sull'Honduras (1-0) ha messo a rischio i sogni iridati della nazionale spagnola. Nella seconda giornata le Furie Rosse dovranno battere il modesto Honduras per poi giocarsi tutto contro la selezione cilena, riuscita a ben figurare mostrando un calcio tecnico e fantasioso. Deludente, invece, la Spagna. Sbarcata ai Mondiali per cancellare il tabù della Coppa del Mondo mai conquistata, la selezione di Vicente del Bosque è rimasta prigioniera di un possesso di palla spesso prevedibile pagando anche un pizzico di sfortuna in alcuni frangenti.


CAW

© riproduzione riservata