Venerdì 18 Giugno 2010

New York/ Attentatore Times Square incriminato: Tentata strage

New York, 18 giu. (Apcom) - Faisal Shahzad, l'americano di origine pachistana sospettato di avere progettato il fallito attentato di Times Square a New York, l'1 maggio scorso, è stato formalmente incriminato ieri dalla giustizia americana, che ha anche accusato i talebani pachistani di avergli fornito il loro aiuto. Shahzad, 30 anni, dovrà apparire lunedì prossimo a mezzogiorno davanti a un tribunale per dire se si ritiene colpevole o non colpevole di dieci capi di imputazione, tra cui "tentativo di utilizzare un'arma di distruzione di massa", "possesso di arma da fuoco", "tentativo di compiere un atto di terrorismo internazionale". Shahzad aveva parcheggiato un'auto imbottita di esplosivo a Times Square, disinnescata dagli artificieri, dopo l'allarme lanciato da alcuni ambulanti che avevano notato una strana fuoriuscita di fumo dal mezzo. Il giovane uomo è stato arrestato due giorni dopo il suo tentativo di attentato, mentre si preparava a partire per Dubai. Il grand jury che ha preparato l'atto d'accusa ha anche formalmente coinvolto i talebani pachistani nella preparazione dell'attentato. "Faisal Shahzad è stato addestrato all'uso di esplosivi nel dicembre 2009 in Waziristan, in Pakistan, da parte di esperti membri di Tehrik-i-Taliban, un gruppo di militanti estremisti con base in Pakistan", ha fatto sapere il grand jury. A febbraio e aprile 2010, Faisal Shahzad d'altra parte ha ricevuto del denaro inviato dal Pakistan tramite un intermediario, per un totale di 12.000 dollari in contanti, ha spiegato il grand jury. Fonte afp)

Coa

© riproduzione riservata