Venerdì 18 Giugno 2010

Pd/ Domani Bersani lancia la sua 'contromanovra'

Roma, 18 giu. (Apcom) - Sarà la giornata della 'contromanovra' del Pd, ma si parlerà anche della tenuta del sistema democratico. Pier Luigi Bersani, dal palasport dell'Eur, illustrerà le proposte democratiche che diventeranno emendamenti alla manovra del Governo, seguendo un criterio-guida: spostare il peso dei sacrifici "da lavoro, famiglie e imprese a rendite finanziarie e immobiliari e evasione". L'appuntamento è per le 10: sul palco dominato dallo slogan della manifestazione ("La manovra è sbagliata. Per la crescita, per l'equità per il lavoro") si alterneranno esponenti della 'società civile' e amministratori: ad aprire la manifestazione sarà un insegnante, seguito subito dopo da Sergio Chiamparino, sindaco di Torino , quindi parleranno Fabrizio Gifuni, attore, e don Vinicio Albanesi. Il presidente emerito Oscar Luigi Scalfaro interverrà con un videomessaggio seguito da Vasco Errani, governatore dell'Emilia-Romagna, sarà poi la volta di un rappresentante delle forze dell'ordine e quindi di Stefania Pezzopane, ex presidente della Provincia dell'Aquila. A chiudere il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. Assenti Franco Marini e Massimo D'Alema per impegni all'estero, saranno presenti, tra gli altri, i capigruppo parlamentari Dario Franceschini, Anna Finocchiaro e David Sassoli (Strasburgo), Walter Veltroni, Piero Fassino, Giuseppe Fioroni. I capisaldi della 'controproposta' del Pd sono stati in qualche modo annunciati alla spicciolata nei giorni scorsi: diversa distribuzione dei sacrifici necessari per il risanamento, interventi per favorire la ripresa, lotta all'evasione fiscale, un pacchetto di liberalizzazioni da contrapporre alla riforma dell'art. 41 proposta dal Governo.

Adm

© riproduzione riservata