Mercoledì 21 Luglio 2010

Intercettazioni/ Dal governo ok a tre emendamenti dell'Udc

Roma, 21 lug. (Apcom) - Il governo e la relatrice Giulia Bongiorno hanno espresso parere favorevole a tre subemendamenti dell'Udc presentati al ddl intercettazioni. Parere favorevole è stato espresso anche ai sei emendamenti presentati dal capogruppo del Pdl in commissione Giustizia alla Camera Enrico Costa e ai cinque presentati dalla Bongiorno. Parere contrario invece a tutti gli altri emendamenti presentati dalle opposizioni. Delle tre proposte di modifica dell'Udc accolte dalla maggioranza la più rilevante è quella che fissa un termine entro il quale bisogna celebrare, nel corso delle indagini preliminari, la cosiddetta udienza filtro necessaria per stabilire quali intercettazioni siano rilevanti e dunque, secondo quanto stabilisce il nuovo emendamento del governo presentato ieri, pubblicabili. Il subemendamento dei centristi a firma Michele Vietti, Roberto Rao e Lorenza Ria fissa il termine "entro e non oltre 30 giorni" ma, fanno sapere gli stessi deputati dell'Udc, il relatore ha proposto una riformulazione che porta il termine "entro 45 giorni dalla richiesta del pm" di fare l'udienza filtro. Esprime soddisfazione per la decisione del governo e della maggioranza di fissare un termine per l'udienza filtro anche la democratica Donatella Ferranti che si è battuta dall'inizio della discussione del ddl su questo punto presentando anche un emendamento che però non è stato accolto. Tuttavia, lamenta la democratica, "non sono stati presi in considerazione emendamenti molto importanti che avevamo presentato". (segue)

Luc/Lux

© riproduzione riservata