Domenica 15 Agosto 2010

Mafia/ Maroni e Alfano celebrano "successi senza precedenti"

Palermo, 15 ago. (Apcom) - Nella lotta alla criminalità organizzata il governo Berlusconi ha ottenuto in due anni "risultati che non hanno precedenti". Ciò è stato possibile grazie alle legge approvate in materia di contrasto al crimine organizzato e ai risultati ottenuti delle forze dell'ordine. Per il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, è questo mix vincente alla base dei `successi' accumulati in questi mesi dal Viminale, sotto la sua gestione. A Palermo, dove per la prima volta nel giorno di Ferragosto si tiene una riunione del Comitato nazionale, si sono celebrati anche i successi `dell'antimafia del fare', termine usato spesso dai ministro Maroni e dal ministro della Giustizia, Angelino Alfano, mutuato dall'espressione `governo del fare', citato spesso dal presidente del consiglio. Tra i risultati più importanti, Maroni indica i 6.483 latitanti catturati in quasi due anni dalle forze dell'ordine perchè sono "una conferma del successo della strategia del governo contro la mafia". Tra questi, 26 sono super latitanti inclusi nell'elenco del Viminale dei trenta più pericolosi. "Sono stati catturati in media otto mafiosi al giorno", ha aggiunto Maroni. Sono stati sequestrati e confiscati alla mafia beni per 14,9 miliardi di euro. Il totale dei beni sequestrai e confiscati è di 32.799: di cui 27.641 (12,8 mld di controvalore) sono beni sequestrati e 5.388 (2,1 mld di euro) sono costituiti da beni confiscati dallo Stato. Il ministro Maroni ha annunciato che entro settembre sarà aperta anche a Palermo una sede dell'Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla Mafia. Sulla emergenza carceri, il ministro della Giustizia Angelino Alfano ha annunciato che il tanto atteso piano straordinario per l'edilizia carceraria è ormai quasi pronto. "Il Piano straordinario per le carceri - ha sottolineato il Guardasigilli - procede bene. Siamo pronti apartire con la edificazione di nuovi padiglioni e di nuovi istituti di pena". Attualmente i detenuti ospitati nelle carceri italiane sono 68.121, di cui 24.675 sono di nazionalità straniera. Sul totale della popolazione detenuta, 37.219 - ha aggiunto Alfano - hanno una condanna definitiva mentre 24.941 sono in attesa di giudizio.

Nes

© riproduzione riservata