Mercoledì 08 Settembre 2010

Governo/ Verdini: Se cade si dovrebbe andare a elezioni

Roma, 8 set. (Apcom) - Nessuna 'forzatura' sul presidente della Repubblica, ma per il Pdl una eventuale caduta del governo Berlusconi dovrebbe condurre alle elezioni anticipate: lo dice il coordinatore azzurro Denis Verdini, intervenendo alla festa dei giovani del Pdl 'Atreju 2010' apertasi oggi a Roma. "Abbiamo subito dalla sinistra - dice - delle lezioni di Costituzione, come se fossimo deficienti". Verdini dice di "accettare" queste lezioni, ma invita a fare i conti con "i cambiamenti avvenuti nella realtà". "Negli ultimi 15 anni - sottolinea - l'incarico di formare il governo è stato dato, da tre presidenti della Repubblica diversi, certo dopo aver fatto le consultazioni, ma sempre a chi aveva vinto le elezioni: Berlusconi, Prodi, Berlusconi... E nessuno ha mai derogato". "La stessa cosa - conclude Verdini - dovrebbe valere quando cade un governo che è stato eletto dal popolo che aveva già identificato la leadership. In quel caso si dovrebbe andare ad elezioni".

Bar/Lux

© riproduzione riservata