Mercoledì 22 Settembre 2010

Pd/ Bersani orientato a voto direzione. Veltroniani: Ad è finita

Roma, 22 set. (Apcom) - Il colloquio di oggi tra Pier Luigi Bersani e Walter Veltroni non sembra essere stato sufficiente a siglare una tregua, il segretario del Pd sembra orientato ad andare alla 'conta' domani in direzione e i firmatari del documento dei '75' sembrano ad un passo dalla rottura definitiva con Area democratica. Contatti sono ancora in corso, ma il tam-tam di Montecitorio dà ormai per scontato questo esito: Bersani chiederà il voto sulla sua relazione, domani, parte della minoranza - Fassino, Franceschini, Marini - dovrebbe convergere e Veltroni-Fioroni-Gentiloni ribadiranno le proprie ragioni e la propria collocazione in minoranza. Uno scenario che segna la fine di Area democratica, perlomeno come 'correntone' di minoranza come fin qui è stata. Da fonti bersaniane sembra che il segretario abbia intenzione di ribadire i concetti espressi in questi giorni, dunque il giudizio negativo sul documento e l'invito a lavorare per l'unità del partito in un momento in cui il centrodestra va in pezzi. "Ma se stanno così le cose - dice uno dei veltroniani - Area democratica è finita. Noi faremo la minoranza e Fassino, Franceschini e Marini saranno ufficialmente in maggioranza". In un quadro del genere, però, "non ha nemmeno senso andare alla riunione di questa sera". Non a caso, i '75' si riuniranno alle 19 con Veltroni e Fioroni proprio per decidere come procedere, sulla base delle ultime indicazioni che arrivano dalla maggioranza del partito: se fosse confermato lo schema del voto in direzione e del sostegno di parte di Ad al documento, 'i 75' potrebbero decidere di disertare la riunione di Ad fissata per le 20.30.

Adm

© riproduzione riservata