Giovedì 14 Ottobre 2010

Rai/ Per Santoro stop 10 giorni, provvedimento disciplinare

Roma, 14 ott. (Apcom) - "Di tutto ha bisogno la Rai fuorché di nuove polemiche, ancor più se alimentate al suo stesso interno: tutti, e dico proprio tutti, dovrebbero abbassare i toni e moderare il linguaggio". Ha cercato di moderare le polemiche, il presidente della Rai Paolo Garimberti. Stasera "Annozero", e poi una sospensione di dieci giorni, la trasmissione ferma per due puntate. Un provvedimento disciplinare, quello voluto dal Dg Mauro Masi dopo il "Vaffan..bicchiere" detto in diretta dal conduttore nella prima puntata di stagione in polemica con lo stesso Dg per la circolare sul contraddittorio. Un provvedimento che ora l'azienda si appresta ad applicare, ma la partita è ancora aperta. Santoro attacca, "è un attentato alla televisione" e annuncia che reagirà "in ogni sede" contro un provvedimento che, sottolinea il legale D'Amati, configura un "uso abnorme del potere disciplinare con finalità repressive del diritto di informazione e di critica correttamente esercitato in Annozero". Allo studio ora le contromosse, "stiamo decidendo, per le vie giudiziarie non ci sono termini" dice D'Amati, ma c'è l'ipotesi del ricorso al collegio arbitrale interno, entro 20 giorni ed è questo il primo ostacolo all'operatività del provvedimento: una scelta, sottolinea il segretario Usigrai Carlo Verna, "che consentirebbe a Santoro di andare in onda per le prossime due puntate anche se la sospensione dovrebbe partire dal 18". Insomma con quel ricorso entro 20 giorni "la sanzione non può essere eseguita". Ed Annozero potrebbe continuare, sempre con Santoro in onda. Parallelamente potrebbe esserci il ricorso al giudice del lavoro che, in via d'urgenza, potrebbe annullare il provvedimento disciplinare ma in questo caso la sanzione, dal 18 al 28, sarebbe applicata.

mdr-aqu

© riproduzione riservata