Sabato 16 Ottobre 2010

Gaza/ Erdogan: Israele chieda scusa per raid o rimarrà isolato

Roma, 16 ott. (Apcom) - Fino a che Israele non avrà porto le scuse ufficiali e pagato un indennizzo alle vittime del raid sulla "flottiglia della pace" di Gaza rimarrà isolato in Medio Oriente: lo ha dichiarato il premier turco, Recep Tayyip Erdogan. Come riporta il quotidiano israeliano Ha'aretz, Erdogan ha anche criticato il sostegno statunitense allo Stato ebraico dopo "l'incivile" attacco: "Abbiamo trasmesso i referti autoptici e anche le fotografie a Stati Uniti ed Unione Europea ma Washington non è disposta a condannare il terrorismo di Stato israeliano contro la Turchia". Ankara ha per tutta risposta rafforzato i legami militari con la Cina: proprio i caccia cinesi hanno sostituito quelli israeliani nelle manovre in programma quest'anno. Fino al deterioramento delle relazioni diplomatiche causate dall'operazione "Piombo fuso" nella Striscia di Gaza e dal raid contro la flottiglia - nel quale morirono nove attivisti turchi - la Turchia era il principale partner militare israeliano nella regione.

Mgi

© riproduzione riservata