Sabato 16 Ottobre 2010

Scienza/ Prendere le impronte ai parassiti, nuova via antimalaria

Roma, 16 ott. (Apcom) - La lotta alla malaria si conduce anche con tecniche di medicina "investigativa". È questa la strada intrapresa da un team internazionale di scienziati che ha sviluppato una tecnologica che identifica l'impronta genetica dei parassiti responsabili del trasporto della malattia che contagia ogni anno circa 240 milioni di persone e fa 1 milione di morti. Due equipe dell'Università di Edimburgo e di Lisbona utilizzeranno l'analisi del Dna per mappare le vie dei parassiti che infettano i roditori, che insieme agli insetti sono gli animali che più comunemente veicolano i parassiti. "La conoscenza dei parassiti che infettano i roditori apre nuove vie che consentirà di esplorare i geni implicati nella trasmissione", afferma Paul Hunt, uno degli autori dello studio pubblicato su BMC Genomics.

Noe

© riproduzione riservata