Mercoledì 01 Dicembre 2010

Federalismo/ Ruini: Sono a favore, è una scelta non reversibile

Roma, 1 dic. (Apcom) - ''Personalmente sono favorevole al federalismo. Ritengo che in fondo appartenga alla natura profonda del nostro Paese''. Il cardinale Camillo Ruini, presidente del Progetto Culturale della Chiesa italiana, in un'intervista a Radiovaticana, alla vigilia del decimo Forum del Progetto Culturale, promosso dalla Cei per i 150 anni dall'unita' d'Italia, si schiera apertamente a favore di una riforma dell'ordinamento italiano in senso federale. "Adesso si cammina verso il federalismo. E credo ormai - dice Ruini- che sia una scelta difficilmente irreversibile. L'importante è che questo federalismo non solo sia solidale come tutti diciamo, ma anche valorizzi positivamente e responsabilizzi le classi governanti, le classi dirigenti delle varie parti del Paese". Ruini definisce l'Italia, un "Paese molto vario e composito, ricco di individualita' che non si puo' ingabbiare in una struttura troppo uniforme", e quindi non esclude velocità diverse nella realizzazione del federalismo. "Ci sono diverse velocita', diverse capacita' di assumere le proprie responsabilita' e di gestire in modo efficace sia la cosa pubblica, sia l'iniziativa privata da parte delle classi dirigenti locali. Credo che il federalismo possa essere un'occasione di responsabilizzazione. Certo come tale non e' esente da rischi. Vorrei dire una parola sola. Il rischio della liberta'. Che e' ineliminabile dalla condizione umana''.

Red/Pol

© riproduzione riservata