Giovedì 02 Dicembre 2010

Italia-Russia/ Berlusconi a Sochi su scia rivelazioni Wikileaks

Roma, 2 dic. (Apcom-Nuova Europa) - Silvio Berlusconi arriva oggi a Sochi, dove domani incontrerà il capo del Cremlino Dmitri Medvedev nell'ambito del settimo vertice intergovernativo italo-russo, sull'onda della pubblicazione dei nuovi file di Wikileaks, che svelano dubbi e preoccupazioni americani su presunti interessi del premier italiano nei rapporti energetici con la Russia. Il timing è scottante, e prima di lasciare la capitale kazaka Astana, dove ha partecipato al vertice Osce, Berlusconi ha dichiarato di aver sempre curato soltanto gli interessi degli italiani e del Paese, senza alcun tornaconto personale. I dossier energetici saranno come di prassi sul tavolo del summit intergovernativo italo-russo, assieme ad altre questioni di cooperazione economica e sicurezza. A fianco dei maggiori attori come Eni (chiamata in causa da Wikileaks), Enel o Finmeccanica, in Russia oggi operano 500 imprese italiane, in un quadro di 'partnership strategica' rivendicato da entrambi i governi. E proprio i rapporti privilegiati tra Mosca e Roma preoccupano gli Usa, rivelano i dispacci delle ambasciate americane, dove si prospetta tra l'altro una "strategia" diplomatica per contrastare l'asse italo-russo, in particolare nel settore energetico.

Orm/Mos

© riproduzione riservata