Giovedì 02 Dicembre 2010

Wikileaks/ Cablogramma Usa: L'Eni ha un immenso potere politico

Roma, 2 dic. (Apcom) - L'Eni in Italia gode di "un immenso potere politico". Così comincia la descrizione dell'ambasciata americana di Roma del colosso dell'energia italiano in uno dei dispacci diplomatici pubblicato da Wikileaks in cui traspare una certa preoccupazione da parte di Washington per i rapporti privilegiati fra Roma e Mosca. Nel cablo si sottolinea che Roma "nel tentativo di assicurarsi gli approvigionamenti energetici sul lungo periodo sostiene l'Eni a spada tratta nei suoi intenti di creare una partnership speciale con la Russia e Gazprom". E non è un caso che, riferisce l'autore che cita la stampa italiana, "il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi accordi all'amministratore delegato Pietro Scaroni almeno lo stesso credito di quello cha accorda al suo ministro degli Esteri". Il diplomatico descrive quindi le potenti operazioni di lobbying del gruppo. Citando fonti del Pd scrive che l'Eni al suo interno ha "un advisor" fisso inviato dalla Farnesina e che è il principale finanziatore "delle molte think thank italiane che fanno a gara a organizzare conferenze ed eventi che battono sull'importanza dei rapporti fra Italia e Russia". (segue)

Ihr

© riproduzione riservata