Giovedì 02 Dicembre 2010

WikiLeaks/ Svezia spiccherà nuovo mandato arresto contro Assange

Stoccolma, 2 dic. (Apcom) - La Svezia redigerà un nuovo mandato di arresto nei confronti del fondatore di WikiLeaks Julian Assange, per integrare quello attuale che la polizia britannica non ha potuto applicare per vizi procedurali. E' quanto si è appreso dalla polizia svedese. "La procedura vuole che la pena massima in cui può incorrere Assange per ogni reato di cui è sospettato sia precisata (nel mandato). Noi non abbiamo parlato che di stupro", il più grave dei tre capi di imputazione contestati, insieme con l'aggressione sessuale e la coercizione, ha dichiarato un rappresentante della polizia penale nazionale svedese, Tommy Kangasvieri, incaricato della trasmissione del dossier all'Interpol. "Dobbiamo riformulare il mandato", ha aggiunto precisando che da parte svedese è stato "riconosciuto un errore di procedurale". Il mandato deve essere ricompilato dal procuratore incaricato della vicenda, Marianne Ny, che non ha rilasciato ancora commenti. Kangasvieri non è stato in grado di precisare il tempo necessario al nuovo mandato di arresto.

Fco

© riproduzione riservata