Venerdì 03 Dicembre 2010

Italia-Russia/Berlusconi:Grande amicizia, avanti su questa strada

Roma, 3 dic. (Apcom) - L'auspicio è che la Federazione russa possa "partecipare come membro della Nato", perché "il panorama è cambiato" da quanto è stata costituita l'Alleanza atlantica contro quella che era l'Unione sovietica. Lo ha detto il premier, Silvio Berlusconi, in conferenza stampa con Medvedev a Sochi, chiarendo che con la Russia vi sono rapporti di "grande simpatia e amicizia". "Nelle mie memorie scriverò, nel primo capitolo, questo percorso iniziato nel 94 con Eltsin al G7 di Napoli poi nel 2001 al G8 Genova con il Presidente Putin e proseguito in mezzo a tante difficoltà con il vertice ministeriale di Cipro, dove mi piace ricordare la telefonata del collega Dimitri che mi autorizzò a dire di fronte al ministro esteri russo che la volontà della Russia era di continuare la collaborazione con la Nato nello spirito di Pratica di mare", ha detto Berlusconi. Oggi, con il bilaterale e la firma di molti accordi, "la collaborazione si concretizza e si consolida ogni anno di più, ci sono tante aziende italiane che vogliono venire in Russia e tante aziende russe che già lavorano in Italia. Le nostre frontiere sono aperte e da parte nostra c'è una grande simpatia nei confronti della federazione russa, della sua dirigenza e del suo popolo. Andiamo avanti su questa strada, che fa bene a molti Paesi, a tutta l'Europa e all'Occidente". Alla Russia, ha detto Berlusconi, va "il merito di essere andati oltre alcune incomprensioni con la Nato e gli Usa".

Mdr

© riproduzione riservata