Venerdì 03 Dicembre 2010

Battisti/ Presidente Lula ha deciso su estradizione

Rio de Janeiro, 3 dic. (Apcom) - Il presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, ha annunciato oggi di aver preso la sua decisione riguardo la richiesta di estradizione dell'ex attivista italiano di estrema sinistra, Cesare Battisti, ma di non potersi pronunciare prima del rapporto del procuratore generale. "Io ho già preso la mia decisione ma non posso pronunciarmi prima di aver ricevuto il rapporto", ha detto Lula nel corso di una conferenza stampa con i corrispondenti stranieri in un hotel di Copacabana. Il presidente, che lascerà la carica fra 28 giorni, ha detto poi di sperare di risolvere la questione per non lasciarla al suo successore, Dilma Rousseff. "Attendo il rapporto del procuratore generale. Spero che lo presenterà prima che lasci la presidenza", ha detto il presidente. Battisti, 54 anni, è in carcere a Brasilia dal 2007. La sua estradizione in Italia dipende dalla decisione di Lula. Ex membro del gruppo "Proletari armati per il comunismo" (Pac), Battisti è stato condannato all'ergastolo in contumacia in Italia per quattro omicidi commessi negli anni '70 che lui nega. Nel gennaio 2009 aveva ottenuto lo status di rifugiato politico in Brasile, ma con un voto serrato e controverso, la Corte suprema brasiliana nel novembre successivo ha dato il via libera alla sua estradizione in Italia. La Corte ha tuttavia lasciato al presidente brasiliano la decisione ultima sul caso. (con fonte Afp)

Ihr

© riproduzione riservata