Venerdì 03 Dicembre 2010

Wikileaks/ Germania, cade la prima testa, capo staff min. esteri

Berlino, 3 dic. (Apcom) - Dopo tutta una ridda di rivelazioni clamorose e puntuali smentite il 'cablegate' innescato da Wikilieaks fa la prima vittima. Il ministero degli esteri tedesco fa sapere che il capo di gabinetto di Guido Westerwelle è stato messo in 'ferie obbligate' dopo essere stato identificato come la 'fonte' dei diplomatici americani autori dei dispacci. Un funzionario del partito liberale tedesco, parlando in condizioni di anonimato, a detto che Helmut Metzner è da oggi in ferie dopo essere stato appunto individuato come la fonte descritta nei dispacci firmati dall'ambasciatore Usa in Germania Philip Murphy. Sino ad oggi, il terremoto mediatico innescato dalle rivelazioni del sito di Julian Assange non ha fatto altre vittime. In Gra Bretagna sono state però chieste le dimissioni del governatore della banca centrale. David Blanchflower,ex responsabile del comitato monetario della Banca d'Inghilterra, ha chiesto le dimissioni di Mervyn King dopo le rivelazioni di Wikileaks. Nei messaggi riservati pubblicati da Wikileaks vi sono alcune dichiarazioni del governatore della banca d'Inghilterra, Mervyn King, che parlando con l'ambasciatore americano a Londra non risparmia commenti pesanti su Cameron e sul suo ministro delle finanze George Osborne. Dei due King evidenzia la "mancanza di esperienza", la poco "Profondità", la scarsa competenza.

vgp

© riproduzione riservata