Lunedì 06 Dicembre 2010

Governo/ Bersani: Se Silvio va a casa siamo già avanti

Firenze, 6 dic. (Apcom) - "Il percorso" per uscire dal berlusconismo "non è breve" e "ogni giorno ha la sua pena". Così il segretario del Pd Pierluigi Bersani durante il suo intervento al convegno "Paesaggio, Democrazia, Innovazione" organizzato a Fiesole. Dopo il 14 di dicembre "magari Berlusconi salta, magari fanno una roba interna al centrodestra e noi saremo contro - dice il segretario - oppure c`è una cosa nuova, meglio! Comunque noi - continua Bersani - dal 14 combattiamo da una posizione più avanzata, vogliamo dare un`alternativa chiara, non rifaremo l`Unione, lì abbiamo già dato". La prospettiva politica è quella di fare "un patto stringente tra le forze di centrosinistra interessate a una prospettiva di governo ma non a tutti i prezzi". Riferendosi al terzo polo Bersani aggiunge "In Italia il bipolarismo è radicato più di quanto crediamo, questo non significa che non ci possano essere posizioni centrali, non nel senso di una nuova Balena Bianca, ma come una formazione che può dare flessibilità al sistema bipolare scegliendo opzioni diverse". Infine su Fli il leader del Pd dice: "Credo che nella testa di Fini ci sia l`opzione di insediare una destra liberale, europea, non populista. Io gli faccio gli auguri" dato che "non c`è mai stata in Italia", se ci riuscisse "sarei contento".

Xfi

© riproduzione riservata