Martedì 07 Dicembre 2010

Yara/ Legali Mohammed valutano risarcimento: ingiusta detenzione

Bergamo, 7 dic. (Apcom) - Gli avvocati di Mohammed F. stanno valutando di chiedere un risarcimento per l'ingiusta detenzione del loro assistito, scarcerato qualche ora fa dopo essere stato recluso nel carcere di Bergamo lo scorso sabato sera con l'accusa di aver rapito e ucciso la 13enne Yara Gambirasio e di averne occultato il cadavere. Lo ha spiegato ai giornalisti Giovanni Fedeli, uno dei legali dell'operaio. A quanto sembra, oltre alla telefonata mal tradotta, sarebbe caduto un altro elemento che aveva portato i carabinieri ad accusare l'immigrato. Mohammed F. avrebbe infatti spiegato di essersi liberato della scheda del telefono cellulare della fidanzata perchè la giovane subiva delle molestie telefoniche su quel numero e lui, dovendo rientrare in Marocco, non voleva che la fidanzata continuasse a subire le molestie.

Alp

© riproduzione riservata