Martedì 07 Dicembre 2010

Banche/ Francia, la rivolta di Eric Cantona si risolve in un flop

Parigi, 7 dic. (Apcom) - Il giorno della rivolta contro il sistema bancario, proposta da Eric Cantona, è arrivato. Ma l'invito lanciato nell'ottobre scorso dall'ex star del Manchester United, di prelevare il 7 dicembre tutti i risparmi depositati negli istituti di credito, non sembra aver raccolto le adesioni sperate. "Se 20 milioni di risparmiatori ritirassero contemporaneamente i loro soldi dai conti correnti, il sistema bancario crollerebbe... La rivoluzione si fa attraverso le banche", aveva dichiarato Cantona due mesi fa a un giornale francese. Ma oggi in nessuna banca francese e belga si sono registrate code agli sportelli. Lo stesso Cantona, non sembra ancora essere passato in banca a ritirare i suoi soldi. "La settimana scorsa, Cantona ci ha annunciato che sarebbe passato oggi a ritirare una somma superiore a 1.500 euro, ma ancora non è passato", ha riferito Antoine Poissonnier, responsabile dell'agenzia BNP Paribas di Albert, piccolo comune del nord della Francia. A Marsiglia, città natale di Cantona, i direttori di tre agenzie (Lcl, Bnp Paribas, Société Générale) del centro città non hanno rilevato prelievi fuori dal normale. Nei giorni scorsi il ministro del Bilancio francese, Francois Baroin aveva definito "grottesco" e "poco serio" l'appello di Cantona. Da parte sua, Christine Lagarde, ministro delle Finanza, aveva sottolineato che ognuno deve fare "il proprio mestiere: chi gioca a calcio, giochi a calcio".(Fonte Afp)

Bla

© riproduzione riservata