Martedì 07 Dicembre 2010

Rifiuti/ Ancora stop a trasferimenti in Puglia, a Napoli 1700 t.

Napoli, 7 dic. (Apcom) - Resta ancora grave la situazione sul fronte rifiuti a Napoli. Sui marciapiedi della città giacciono ancora 1700 tonnallate di immondizia nonostante la raccolta attuata dai mezzi della Asia in collaborazione con i compattatori giunti da altre città d'Italia. Sono, infatti, soltanto 100 le tonnellate in meno rispetto a ieri. Per il momento anche il trasferimento in Puglia della frazione organica trattata negli Stir non è ancora partito. In serata, infatti, potrebbe essere dato il via libera ad un primo viaggio di camion che contengono però solo un 'campionatura' di immondizia dal momento che le istituzioni pugliesi hanno richiesto garanzie circa la qualità della spazzatura inviata dalla Campania. Nel frattempo in città cresce il pessimismo anche in previsione delle prossime vacanze natalizie, preoccupante resta l'intassamento degli impianti di tritovagliatura nei quali di fatto, non è possibile sversare grosse di quantità di 'tal quale' dal momento che le vasche contengono la frazione umida sono piene. "La Regione ancora non ha firmato le necessarie ordinanze per sversare nelle altre province campane - ha spiegato Paolo Giacomelli, assessore all'igiene urbana del comune di Napoli - ancora non è intervenuta con una ordinanza urgente e siamo al paradosso: il Comune riesce a raccogliere più della produzione giornaliera ma non sappiamo dove poter conferire".

Psc/Fva

© riproduzione riservata