Giovedì 09 Dicembre 2010

Governo/ La Russa: Dimissioni ingiustificabili, Fli si ravveda

Roma, 9 dic. (Apcom) - Il ministro Ignazio La Russa, coordinatore nazionale del Pdl, ha lanciato un appello affinchè il 14 dicembre, giorno in cui sarà votata la fiducia a Berlusconi, sia il punto di partenza di una "generale riconciliazione", rivolgendosi in tal senso agli esponenti di Fli, a margine della presentazione del calendario storico dell'arma dei carabinieri, avvenuta oggi a Roma. "Lancio un appello - ha detto La Russa - visto che esponenti importanti di Fli, il partito di Fini, auspicano che il 14 vi sia da parte loro una possibilità di non richiedere queste incredibili e a mio avviso ingiustificate dimissioni di Berlusconi, per dare fiducia ad un governo che hanno contribuito ad eleggere essendo stati eletti nelle file del Pdl. Ecco - ha proseguito il ministro - il mio appello, è che questo avvenga e questo sia l'atto di partenza di una generale riconciliazione a cui gli uomini che oggi sono nel Pdl, una volta di An, non si sottrarranno, ma saranno i primi ad operare perchè questo avvenga". "Io - ha detto ancora La Russa- non partecipo a nessuna caccia al voto, anzi io ho partecipato con successo alla caccia al contrario, cioè al mantenimento della coerenza". In ogni caso il pronostico del ministro è che il 14 dicembre Berlusconi avrà la fiducia del Parlamento: "Che Berlusconi avrà la fiducia è sicuro, speriamo che pure l'Inter vinca negli Emirati Arabi", ha concluso con una battuta.

Gtu/Lux

© riproduzione riservata