Giovedì 16 Dicembre 2010

Banche/ Ue: Conti correnti costano troppo, soprattutto in Italia

Bruxelles, 16 dic. (Apcom) - I conti correnti bancari costano troppo in alcuni paesi dell'Ue, e in particolare in Italia, rispetto ad altri Stati membri, e la Commissione europea vuole vederci chiaro. Il commissario al Mercato interno e servizi finanziari, Michel Barnier, ha annunciato oggi a Bruxelles un'inchiesta sulle cause di queste disparità, spiegando che l'utente italiano paga per il proprio conto corrente in media 246 euro all'anno, mentre per un correntista olandese il sevizio costa mediamente appena 43 euro. L'inchiesta, ha annunciato Barnier, sarà condotta in cooperazione con il commissario ai Consumatori, per avere dalle banche dell'Ue le spiegazioni richieste entro la metà del 2011. "Noi vogliamo la trasparenza, ed esigiamo risposte concrete e precise", ha detto il commissario, lanciando poi un avvertimento: se l'inchiesta non riuscirà ad ottenere queste risposte, allora la Commissione le esigerà con giuridicamente strumenti vincolanti.

Loc

© riproduzione riservata