Giovedì 16 Dicembre 2010

Bagnasco: Politica ha bisogno dialogo vero, no a toni urlati

Roma, 16 dic. (Apcom) - "C'è bisogno di apertura e dialogo nela famiglia, nella società, nelle articolazioni dello Stato che altrimenti si inceppano" e questo "vale anche per la politica". È la raccomandazione che il presidente della Cei, Angelo Bagnasco, lancia al mondo della politica in una messa prenatalizia a Santivo alla Sapienza alla quale partecipano molti parlamentari tra cui Pier Ferdinando Casini, Carlo Giovanardi, Gaetano Quagliariello, Maurizio Gasparri. L'invito del cardinale che presiede la conferenza dei vescovi italiani è a promuovere "un dialogo vero" che si realizza solo quando c'è la volontà di ascoltarsi. "Perché il dialogo non diventi una nebbia di parole - spiega Bagnasco - deve rispettare alcune leggi: prima di tutto ci vuole la volontà di dialogare perché se la volontà è inquinata manca la voglia di ascoltarsi. Allora diventa un dialogo tra sordi, dove tutto è distorto e urlato nei toni e nelle parole". Questo vale soprattutto "per il mondo politico che è chiamato ad essere un punto di riferimento dell'arte del dialogo" e i politici devono essere animati "da un pensiero onesto e dalla consapevolezza di rappresentare persone che vogliono guardare con fiducia a loro".

Red

© riproduzione riservata