Mercoledì 29 Dicembre 2010

Lega/ Bossi: se fossimo andati alle urne non sarebbe successo

Milano, 29 dic. (TMNews) - L'attentato a Gemonio è un segnale di violenza che viene dalla "palude romana", e non sarebbe successo "se fossimo andati alle urne come avevo suggerito io": così Umberto Bossi in un dialogo con la Padania in edicola domani mattina. Di più Vi sono "mandanti e responsabilita' ben precisi dietro la degenerazione del clima politico" e l'esplosione dei due petardi di fronte alla sede della Lega. Si tratta, ha aggiunto Bossi, di coloro "che non vogliono che il Paese cambi e si affidano ora al terrorismo per spaventare la gente. E' la palude romana che manda segnali". Ma fra i responsabili c'è pure chi "non ha voluto mandare il Paese alle elezioni. Se fossimo andati alle urne, come suggerivo, tutto questo non sarebbe successo". Il Senatur poi ha invitato a rilanciare il federalismo fiscale "e poi a fare chiarezza". Così Bossi oltre a commentare l'attentato risponde indirettamente anche a Silvio Berlusconi che nel pomeriggio, in una telefonata a Napoli, è tornato a dirsi sicuro che il governo concluderà la legislatura, affermando inoltre che "Stiamo acquisendo parlamentari che per riconoscenza verso Fini che li ha messi in lista hanno votato con lui" la mozione di sfiducia al governo e che "Ora però vivono una situazione di disagio assoluto".

Mda/Aqu

© riproduzione riservata