Mercoledì 26 Gennaio 2011

Italia-Libia/Gdf: non più finanzieri a bordo motovedette libiche

Roma, 26 gen. (TMNews) - Il Comandante generale della Guardia di finanza, generale Nino Di Paolo nel corso dell'audizione in Commissione finanze alla Camera, ha annunciato che non ci saranno più uomini della Guardia di finanza imbarcati con compito di addestramento sulle motovedette libiche (quelle concesse dall'Italia a Tripoli) per il pattugliamento delle coste del Paese nord africano nel contrasto all'immigrazione clandestina. "Non saliremo più a bordo dei mezzi nelle operazioni, anche di addestramento: l'addestramento lo faremo a terra", ha detto Di Paolo. "I libici non erano in grado tecnicamente di trarre proficui risultati dai pattugliatori, che sono imbarcazioni abbastanza complesse e sofisticate: terminato il periodo di affiancamento, - ha aggiunto - si è deciso di privilegiare non solo il carattere informativo e operativo ma soprattutto l'assistenza e l'aggiornamento tecnico a terra, sia in Libia sia eventualmente nelle nostre scuole".

Nes

© riproduzione riservata