Mercoledì 02 Febbraio 2011

Svizzera/ Operatore sociale confessa abusi sessuali su 114 minori

Roma, 2 feb. (TMNews) - Un operatore sociale 54enne di Berna ha confessato di aver abusato sessualmente di 114 bambini e persone handicappate negli ultimi trent'anni in diversi istituti della Svizzera e della Germania. Lo ha comunicato ieri la procura del cantone di Berna, citata dal Corriere del Ticino. Le aggressioni sessuali sono avvenute prevalentemente in istituti, ma anche in casa e in piscine. L'uomo abusava dei bambini durante la sorveglianza notturna o l'assistenza per l'igiene intima. La maggior parte delle vittime sono si sesso maschile, a volte uomini gravemente disabili, ma anche donne e bambini. Alcuni di questi ultimi erano membri delle famiglie del personale che lavorava negli istituti. La vittima più giovane è un bimbo che all'epoca dei fatti aveva un anno. La polizia cantonale bernese è riuscita ad identificare 122 vittime di abusi o tentati abusi, ma ha precisato che i tre quarti dei casi sono ormai caduti in prescrizione. L'uomo, che non ha mai subito condanne per reati sessuali, si trova ora in prigione. Le indagini erano scattate dopo la denuncia nel marzo 2010 nel canton Argovia da parte di due ragazzi che avevano riferito ai loro genitori di aver avuto contatti sessuali con l'operatore sociale.

Fcs

© riproduzione riservata