Mercoledì 02 Febbraio 2011

Calcio/ Leonardo: Inter alla ricerca di vittorie ed equilibrio

Roma, 2 feb. (TMNews) - Sette vittorie nelle otto uscite alla guida dell'Inter, tanti rischi corsi, perché "vincere era un obbligo per provare a rientrare nel gruppo", ma anche una "costante ricerca di equilibrio" per Leonardo, che riconosce infatti al campionato "un estremo equilibrio", che rende "difficilisimo vincere qualsiasi partita". Alla vigilia della sfida contro il Bari al San Nicola, posticipo della ventitreesima giornata (domani ore 20.45), il tecnico nerazzurro è sicuro che i suoi non sottovaluteranno l'impegno. "Sarà una partita da affrontare nei modi giusti, ma credo che la squadra sia sintonizzata su questa frequenza", ha detto Leonardo. "Sarebbe un errore pensare alla classifica, per tutte e due le squadre, perché loro hanno raccolto molto meno di quello che hanno prodotto. Basta vedere quello che hanno fatto l'anno scorso. Quest'anno sono ancora una squadra in costruzione, hanno preso altri giocatori nuovi, che possono rappresentare un grande stimolo. E' una gara che va affrontata con grande concentrazione". L'Inter (che ha una partita da recuperare) è quarta a -10 dalla capolista Milan (che ieri ha pareggiato 0-0 in casa con la Lazio), mentre il Bari è ultimo a -7 dalla quota salvezza. Sul tema formazione, e sul possibile utilizzo contemporaneo dei quattro nuovi acquisiti (Ranocchia, Pazzini, Kharja e Nagatomo), Leonardo non può però sbilanciarsi, anche in vista della prossima partita di domenica sera contro la Roma. "La più importante è però sempre la partita di domani", ha detto l'allenatore nerazzurro. "E' ovvio che si valuta sempre la condizione di ogni giocatore e che si gestiscano certe situazioni. Ma chi è convocato, può giocare". Il riferimento è a Cambiasso e Sneijder, recuperati dai rispettivi guai fisici. "Cambiasso non ha avuto niente di grave. Sneijder invece viene da 50 giorni di stop. Ma per entrambi si tratta anche di fare delle valutazioni incrociate con le condizioni di altri giocatori". Il distacco dal Milan, ha poi detto Leonardo, "al momento non deve preoccupare" l'Inter: "Perché - ha detto il brasiliano - è un campionato difficile e tutte le squadre hanno degli alti e bassi. La cosa importante era vincere queste partite per tornare in lotta. E non credo che sarà una lotta a due".

CAW

© riproduzione riservata