Mercoledì 02 Febbraio 2011

Rapina in villa a Bologna, ferito un imprenditore edile

Bologna, 2 feb. (TMNews) - Lo hanno bloccato mentre tentava di salire sulla sua auto per andare al lavoro, lo hanno picchiato, hanno legato le sue due figlie ventenni e l'hanno costretto ad aprire la cassaforte di casa minacciando di sparare. Una volta raccolto il bottino uno dei quattro rapinatori ha sparato un colpo verso l'uomo con una pistola ad aria compressa, ferendolo ad un piede. E' la ricostruzione fatta da un imprenditore edile di 58 anni della rapina avvenuta questa mattina, poco prima delle 8, nella sua villa a Ponte Ronca, una frazione di Zola Predosa, in provincia di Bologna. I quattro rapinatori, dall'accento tutti italiani, sono scappati con la refurtiva verso le 8.30 a bordo della Fiat Punto dell'imprenditore. Sono riusciti a rubare, oltre al denaro presente in cassaforte, anche alcuni gioielli e orologi, una pistola e un fucile ad aria compressa detenute regolarmente dall'imprenditore bolognese. I carabinieri, allertati dalla famiglia rapinata, sono sulle tracce dei quattro malviventi. E' stata già ritrovata l'auto, a pochi chilometri dall'abitazione. L'uomo è stato medicato dal 118 al piede, dopo essere stato raggiunto da un proiettile.

Pat/Cro

© riproduzione riservata