Martedì 08 Febbraio 2011

Campi rom/ Alemanno a Maroni: 500 tende in attesa nuovi villaggi

Roma, 8 feb. (TMNews) - Allestimento di una tendopoli con 500 tende per l'accoglienza temporanea dei nomadi in attesa della costruzione di nuovi insediamenti; realizzazione di tre nuovi villaggi, ampliamento del campo già esistente della Barbuta, conferimento di più poteri al Commissario per l'emergenza, prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro. Sono alcune delle richieste avanzate dal sindaco di Roma, Gianni alemanno, in una lettera inviata al ministro dell'Interno Roberto Maroni dopo la tragica morte di quattro bambini romeni in un rogo che ha distrutto la loro baracca in via Appaia Nuova. Nella lettera firmata dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e dal commissario delegato per l'emergenza nomadi nel territorio della Regione Lazio, Giuseppe Pecoraro, viene formulata la richiesta di risorse e nuovi poteri al "fine di accelerare la costruzione di nuovi campi nomadi attrezzati, individuando una soluzione temporanea che consenta lo sgombero rapido degli insediamenti abusivi". Alemanno e Pecoraro sottolineano la "necessità di accelerare le procedure per la costruzione di nuovi campi attrezzati" e di "individuare una soluzione di transito per consentire lo sgombero degli insediamenti abusivi ove altissimo è il degrado, nonché il rischio per la salute e la sicurezza degli occupanti". Sulla costruzione dei nuovi villaggi, è "indispensabile rendere più rapida la tempistica connessa allo svolgimento della Conferenza dei servizi (ex lege 241/1990), Conferenza che necessariamente va espletata nelle ipotesi in cui, nelle aree di interesse, vi sono vincoli archeologici, nonché in relazione alla verifica degli aspetti urbanistici dell'opera da realizzare". Per consentire interventi "più incisivi anche mediante azioni celeri", il sindaco di Roma e il Commissario chiedono, in sostanza, una modifica dell'articolo 3 dell'ordinanza del presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2008, n. 3676 (concernente la nomina del Prefetto di Roma quale Commissario delegato all'emergenza nomadi e relativi poteri) con l'integrazione della deroga alla normativa concernente i vincoli archeologici e urbanistici.

Nes

© riproduzione riservata