Martedì 08 Febbraio 2011

Sanremo/ Belen: grande occasione, vogliamo giocarcela al meglio

Roma, 8 feb. (TMNews) -"Niente in contrario con il ruolo di valletta, che ho fatto dieci anni fa al Telegatto. Ma se il nostro ruolo a Sanremo fosse stato quello, non ci prepareremmo tutti i giorni con gli autori e il coreografo". Lo precisa Elisabetta Canalis che insieme a Belen Rodriguez e le 'iene' Luca e Paolo affiancherà Gianni Morandi alla conduzione del Festival di Sanremo. "Io e Belén proviamo in momenti diversi perché facciamo cose diverse - spiega al settimanale 'Gente' - lei ha quattro coreografie, io farò un balletto, al massimo due". Di Sanremo teme "l'impatto iniziale". "Sarà drammatico. A volte per la timidezza e l'agitazione mi manca la voce". Mentre Belén teme di sbagliare la presentazione dei cantanti: "Per il festival è una liturgia, Morandi ci tiene molto - spiega la showgirl argentina - e ho paura che mi sgridi". Letture diverse per le due primedonne: Belén porta a Sanremo 'Io e te' di Niccolò Ammaniti. Mentre Canalis dichiara: "Leggo tanti libri sulla reincarnazione, il mio autore preferito è Raymond Moody, uno psichiatra americano. Sto leggendo 'Life after life', - dice - ma è molto bello anche 'La luce oltre la vita'. E' un mio interesse da sempre. Anche se sono cattolica, sono attratta dalle teorie sulla reincarnazione". E sui gusti culinari: "Mangio di tutto e vado pazza per il cibo asiatico. Al mattino non rinuncio ai croissant. E faccio scorpacciate del nostro pane e di prosciutto crudo - prosegue Canalis - che negli Stati Uniti mi mancano molto". Mentre Belen spiega: "Non posso rinunciare alla cioccolata e al latte con i biscotti alla mattina". E sulla loro presunta rivalità, Belén commenta: "Al pubblico divertirebbe vederci litigare sul palco. Abbiamo entrambe una grande occasione - conclude - e vogliamo giocarcela al meglio".

CAW

© riproduzione riservata