Martedì 15 Febbraio 2011

"Smog-story"? Basta fare a pezzi la stampa d'epoca

Roma, 15 feb. (TMNews) - Per studiare gli ultimi 100 anni di storia dell'inquinamento mondiale basta "leggere" i giornali del tempo. Parola di Dan Yakir, scienziato israeliano, che ha un modo tutto suo di estrarre le informazioni su gas serra e anidride carbonica dalle riviste d'epoca: non le sfoglia, ma le sottopone ai test del carbonio, a caccia delle emissioni di anidride carbonica che hanno appestato l'aria a partire dalla fine del 1800. "È più comodo che andare in giro per le foreste di mezzo mondo a prelevare campioni di legno dai tronchi d'albero", spiega lo scienziato del Weizmann Institute che da 14 anni veste i panni del "topo di biblioteca" ritagliando piccoli campioni di carta da riviste scientifiche come Science, Nature e la gazzetta ufficiale della Royal Chemical Society nelle edizioni di oltre cento anni fa. La carta è "figlia" della cellulosa e quindi il livello di inquinanti presenti nell'aria "respirata" dagli alberi si trova, anche se diluito, nei fogli di giornali e riviste. Yakir continua le sue ricerche che hanno permesso di scoprire che Europa e Nord America non sono stati inquinati sempre alla stessa maniera e che durante la guerra, per ovviare alla scarsità di materia prima, si tendeva a riciclare di più, mettendo insieme pasta di cellulosa e carta straccia proveniente da fibre di lino e cotone.

Noe

© riproduzione riservata