Mercoledì 16 Febbraio 2011

Gemelle scomparse/ Inquirenti: tutte le piste restano aperte

Marsiglia, 16 feb. (TMNews) - "Tutte le ipotesi sono ancora possibili... Non abbiamo certezze". Questa la linea degli inquirenti che stanno indagano sul caso di Alessia e Livia Schepp, le due gemelline italo svizzere rapite dal padre Matthias, che oggi hanno tenuto una riunione a livello internazionale a Marsiglia. Non siamo convinti di nulla, tutte le ipotesi sono ancora aperte, anche le più stupefacenti. Non possiamo scartare nessuna pista" ha detto il magistrato marsigliese Jacques Dallest nella conferenza stampa alla fine della riunione. Dopo 15 giorni di indagine abbiamo ricomposto alcune importanti tessere del puzzle ma molte altre ci mancano. Abbiamo delle testimonianze interessanti ma ancora non basta... a numerose testimonianze infatti manca il conforto di prove e evidenze materiali. Prudente anche Pascal Gillieron, della procura di Losanna. "Lasciamo aperte tutte le porte, senza escludere anche la possibilità di complici, ma non abbiamo alcuna certezza". Dalla conferenza stampa si è appreso anche che il magnetofono con cui Matthias Schepp viaggiava praticamente sempre non è stato ancora ritrovato, contrariamente a quanto scritto da alcuni organi di stampa.

Vgp

© riproduzione riservata