Domenica 20 Febbraio 2011

Bahrein/ Opposizione: sì a dialogo, ma prima governo si dimetta

Manama, 20 feb. (TMNews) - L'opposizione in Bahrein ha annunciato oggi la disponibilità di avviare il dialogo sulle riforme politiche con il principe ereditario, ma ponendo come condizione preliminare le dimissioni del governo considerato responsabile della repressione sanguinosa della contestazione popolare che va in scena da giorni. "Il governo che non ha potuto proteggere il suo popolo deve dimettersi e i responsabili del massacro devono essere giudicati", ha dichiarato Abdel Jalil Khalil Ibrahim, leader del blocco parlamentare del Wefaq, principale movimento di opposizione sciita. "L'opposizione non rifiuta il dialogo" proposto dal principe, sceicco Salman Ben Hamad al-Khalifa, "ma richiede una piattaforma che favorisca il dialogo", ha aggiunto. Il principe ereditario ha proposto l'apertura di un dialogo con l'opposizione dopo la morte di sei manifestanti, uccisi dalla polizia a Manama. La scelta di Salman al-Khalifa di condurre un dialogo con l'opposizione è "buona", ha detto il leader del movimento di sinistra, Ibrahim Sharif, aggiungendo tuttavia che "non si può predire se si tratta di un'iniziativa seria da parte del regime o di una semplice manovra politica". "Dobbiamo dare prova di prudenza", in quanto "la famiglia che regna è divisa sul modo di gestire le conseguenze degli ultimi avvenimenti", ha commentato Sharif, segretario generale dell'Alleanza nazionale democratica. (fonte afp)

Coa

© riproduzione riservata