Sabato 19 Febbraio 2011

Bahrein/ Obama chiama re e condanna violenza contro manifestanti

Washington, 19 feb. (TMNews) - Il presidente americano Barack Obama ha parlato con il re del Bahrein, sceicco Hamad ben Issa Al Khalifa, e ha condannato la violenza usata dalle forze dell'ordine che ha provocato quattro morti e decine di feriti. Lo ha indicato la Casa Bianca in un comunicato. "Il presidente Obama ha parlato al re Hamad ben Issa Al Khalifa del Bahrein questa sera per discutere sulla situazione in corso" nel Paese, ha indicato il comunicato. Barack Obama "ha ribadito che condannava la violenza utilizzata contro dimostranti pacifici e ha vivamente sollecitato il governo del Bahrein a dare prova di moderazione e perseguire i responsabili all'origine della violenza". "Come alleato di vecchia data del Bahrein, il presidente ha detto che gli Stati Uniti credono che la stabilità di Bahrein dipenda dal rispetto dei diritti universali del popolo di Bahrein e da un processo di riforme significative che risponda alle aspirazioni" della popolazione, ha aggiunto la Casa Bianca. L'esercito ha sparato ieri contro un migliaio di persone che volevano riprendere un sit-in a Manama, provocando numerosi feriti, mentre il principe ereditario ha promesso un dialogo con gli oppositori, una volta ripristinata la calma nel piccolo regno del golfo. (fonte Afp)

Fco

© riproduzione riservata