Mercoledì 23 Febbraio 2011

Roma Capitale/ Oggi continuano gli Stati Generali

Roma, 23 feb. (TMNews) - Si terrà oggi la conclusione degli Stati generali su Roma capitale, con una tavola rotonda sulla candidatura alle Olimpiadi del 2020 (e la presentazione del comitato promotore guidato da Mario Pescante) e la chiusura affidata al premier Silvio Berlusconi. Il sindaco Alemanno farà un bilancio della due-giorni con una conferenza stampa alle 14 al Palazzo dei Congressi dell'Eur. Costruire il grande hub di 'Fiumicino 2' e poi puntare su decoro urbano, trasporti, manutenzione delle infrastrutture, recupero delle periferie (Tor Bella Monaca su tutte) e edilizia sociale. A Roma la prima giornata di lavori è stata intensa con la partecipazione di decine di relatori tra ministri, industriali, banchieri, rettori e sovrintendenti che hanno 'immaginato' la Roma del futuro. Con un obiettivo preciso all'orizzonte: le Olimpiadi del 2020, che la capitale si è candidata ad ospitare e per le quali il sindaco Gianni Alemanno ha sottolineato che gli Stati generali sono "un primo passo essenziale". La giornata è stata aperta dai saluti del sottosegretario Gianni Letta e del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, cui è seguito l'intervento di Alemanno. Alemanno ha indicato le strategie del domani facendo anche luce sui costi dei progetti contenuti nel Piano Strategico di sviluppo, anche questo illustrato questa mattina. Per realizzare tutti i progetti serviranno circa 22 miliardi di euro, dei quali "la metà saranno fondi privati". Tra i progetti più ambiziosi illustrati c'è dunque il secondo hub a Fiumicino, già annunciato dal governo nei mesi scorsi, che per Alemanno è "il primo appello al governo da questi Stati Generali". Quindi la mobilità, con un nuovo trasporto pubblico sostenibile (con le nuove linee della metropolitana, apertura di nuovi passanti ferroviari, potenziamento dei nodi di scambio già esistenti, pedonalizzazione del Tridente) per arrivare al 50% di spostamenti su trasporto pubblico; il recupero delle periferie a partire da Tor Bella Monaca (1 mld di investimenti: via le 'torri', palazzi massimo di quattro piani, più verde e servizi); la riforma del Piano regolatore sociale per una città più vicina alle categorie più svantaggiate; lo sviluppo della cooperazione tra università e imprese; la tutela e la valorizzazione delle bellezze uniche dell'archeologia romana.

xrm-sav

© riproduzione riservata