Mercoledì 23 Febbraio 2011

Usa/ Mossa di Obama a favore del matrimonio gay

New York, 23 feb. (TMNews) - Barack Obama ha ordinato al dipartimento della Giustizia Usa di non difendere più in tribunale una parte fondamentale della legge che definisce il matrimonio come esclusivamente tra uomo e donna. Si tratta di una importante mossa della Casa Bianca a favore dei diritti della comunità omosessuale, perché fondata sulla premessa che tale legge è incostituzionale nella parte in cui esclude dal matrimonio le coppie dello stesso sesso. In questione c'è la legge del 1996, la cosiddetta "Defense of Marriage Act", o legge in difesa del matrimonio. Il presidente ha ordinato mercoledì al ministro della Giustizia Eric Holder di "non difendere più" la costituzionalità della legge in due cause attualmente pendenti nello stato di New York. Un comunicato diffuso dal dipartimento della Giustizia afferma che "il presidente ha deciso che visti numerosi fattori tra cui casi documentati di discriminazione" la legge "è incostituzionale". La legge impedisce che i matrimoni gay contratti nei singoli stati - là dove sono legali - siano riconosciuti dal governo federale e stabilisce che uno Stato dove il matrimonio gay non è ammesso, non puo' essere obbligato a riconoscere le nozze celebrate in un altro Stato dell'Unione.

A24-Riv

© riproduzione riservata