Sabato 05 Marzo 2011

Libia/ Vertice al Tesoro per verifica congelamento beni Gheddafi

Roma, 5 mar. (TMNews) - Riunione in mattinata del Comitato di sicurezza finanziaria (Csf) al Tesoro per una verifica sul congelamento degli investimenti libici in Italia. Lo comunica il ministero dell'Economia, spiegando che l'obiettivo dell'incontro è stato "verificare la corretta applicazione in Italia" delle sanzioni decise dall'Unione europea il 28 febbraio e rese operative anche nel nostro paese il 2 marzo con un regolamento in cui sono indicati i nomi delle persone per le quali "sono congelati tutti i fondi e le risorse economiche appartenenti, posseduti, detenuti o controllati", in particolare il leader libico Muammar Gheddafi e altre persone del suo entourage. Il Csf è una cabina di regia interistituzionale composta dal direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli, e dai ministeri dell'Economia, dell'Interno, della Giustizia e degli Esteri, dalla Banca d'Italia, dalla Consob, dall'Isvap, dall'Unità di informazione finanziaria, dalla Guardia di finanza, dalla Direzione investigativa antimafia, dai carabinieri e dalla Direzione nazionale antimafia. (segue)

Glv

© riproduzione riservata