Mercoledì 09 Marzo 2011

Claps/ Legale famiglia: sapevamo tutti di Dna Restivo da 3 mesi

Potenza, 9 mar. (TMNews) - "La notizia che sulla maglia di Elisa è stato trovato il Dna di Danilo Restivo non ci ha sorpreso, perché tutte le parti processuali coinvolte ne erano a conoscenza da almeno tre mesi". Lo ha detto a Tmnews il legale della famiglia Claps, Giuliana Scarpetta. "Avvocati e periti tanto della famiglia Claps quanto della famiglia dell'indagato - ha aggiunto Scarpetta - sapevano che era stato rilevato il Dna di Restivo già da tempo ma l'uscita della notizia sui media ci ha colto di sorpresa. Noi - ha detto l'avvocato - l'abbiamo tenuta segreta per rispetto di chi stava lavorando e aspettavamo la consegna della perizia alla Procura per renderla nota. Alla fine - ha aggiunto - non è la prima volta che si verificano indiscrezioni in questo caso: anche quando fu diffusa la notizia che su un materasso che si trovava nel sottotetto della chiesa della Trinità (dove il 17 marzo 2010 è stato trovato il cadavere di Elisa Claps) non era stato trovato il dna di Restivo, fu un'indiscrezione. Per noi - ha continuato il legale - il quadro probatorio a carico di Restivo era già chiaro da tempo, questa - ha concluso - è solo la chiusura del cerchio".

Xpo/Cro

© riproduzione riservata