Mercoledì 09 Marzo 2011

Libia/ E' giallo su aerei di Gheddafi partiti da Tripoli

Roma, 9 mar. (TMNews) - Mentre Muammar Gheddafi continua ad accusare e minacciare l'occidente in un'intervista rilasciata alla Tv turca Trt, è giallo su una serie di aerei privati partiti oggi da Tripoli verso l'Egitto e - secondo Al Jazeera - verso Vienna e Atene. Prima il ministero della Difesa di Atene ha riferito che un aereo civile appartenente allo stesso Gheddafi avrebbe sorvolato oggi lo spazio aereo greco dirigendosi in Egitto. Una fonte del ministero greco ha precisato che l'aereo partito dalla Libia si è diretto al Cairo: secondo un'altra fonte dell'aviazione greca, sul Falcon 900 dell'azienda Libyan airlines non ci sarebbero dei 'vip'. Quasi contemporaneamente, la tv araba al Jazeera ha riportato la notizia secondo cui tre jet privati del leader libico, decollati oggi dall'aeroporto internazionale Mittiga di Tripoli, sarebbero diretti a Vienna, Atene e Cairo. Gheddafi però, nell'intervista rilasciata oggi alla televisione turca Trt, non è sembrato prossimo alla fuga. Se la comunità internazionale deciderà di imporre una zona di interdizione di volo sulla Libia, ha detto, il popolo libico è pronto a combattere per difendere il suo petrolio. Una no-fly-zone, ha detto Gheddafi, dimostrerebbe ai libici "cosa questi Paesi vogliono fare veramente, ossia prendere il loro petrolio, e allora imbraccerebbero le armi". Intanto sul terreno continuano violenti combattimenti fra le forze fedeli al rais e i ribelli: la televisione di Stato controllata da Gheddafi ha trasmesso un servizio sulla città di Zawiyah, circa 50 chilometri a ovest di Tripoli, che ha definito come "liberata", cioè riconquistata dal regime. Un militare, citato dalla Bbc, ha dichiarato: "Potremmo dire che controlliamo l'area al 100%, ma diciamo al 90% dal momento che ci sono ancora in giro i sabotatori". Il regime libico ha dispiegato carri armati e decine di pick-up carichi di militari per riconquistare la città, sotto assedio da giorni. Colpi di cannone e forti esplosioni si sono udite oggi anche nella zona a ovest di Ras Lanuf, importante hub petrolifero nell'est del Paese, dove i ribelli tentano da giorni di avanzare verso Ben Jawad, circa 30 chilometri più a ovest. Ben Jawad è stata riconquistata domenica scorsa dalle forze del regime di Muammar Gheddafi. Alcuni aerei hanno sorvolato la zona, apparentemente senza lanciare attacchi. I ribelli presenti all'ultimo posto di controllo nella zona occidentale della città non lasciano passare i giornalisti per ragioni di sicurezza". Gli stessi hanno precisato che le loro forze si trovano 20 chilometri a ovest di Ras Lanuf, mentre le truppe del colonnello Gheddafi non si sono mosse da Ben Jawad.

Ape

© riproduzione riservata