Giovedì 10 Marzo 2011

Francia/ Presidenziali, Le Pen sempre in alto ma sarebbe terza

Roma, 10 mar. (TMNews) - Estrema destra sempre forte ma non più in testa al primo turno delle presidenziali, come risultava da alcune rilevazioni della scorsa settimana: un nuovo sondaggio dell'ifop pubblicato dal quotidiano France Soir ridimensiona il ruolo di Marine Le Pen, leader dello xenofobo Front National, in vista delle elezioni del prossimo anno. Indipendentemente da chi sia il candidato socialista, Le Pen otterrebbe il 22% dei consensi, risultato peraltro mai raggiunto dall'esterma destra; tuttavia la leader del Fn arriverebbe comunque in terza posizione e dunque fuori dal ballottaggio, dietro il presidente uscente Nicolas Sarkozy (24%) e i vari aspiranti del Ps: il direttore del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss-Kahn (29%), Martine Aubry (24%) o Francois Hollande (23%); Le Pen riuscirebbe ad approdare al secondo turno solo se il candidato socialista fosse, come nel 2007, Segolene Royal (19%). Da diverse settimane, voci a destra e sinistra non escludono il rischio di una riedizione del voto-incubo del 21 aprile 2002, quando il candidato socialista, Lionel Jospin, venne escluso al primo turno che invece vide a fianco del presidente uscente Jacques Chirac, il padre di Marine e fondatore dell'Fn, Jean-Marie Le Pen. Un voto-shock che sconvolse la Francia e annientò il partito socialista; la sinistra compatta riversò i suoi voti sul conservatore Chirac che vinse al secondo turno con oltre l'80% dei voti.

Mgi-Bla

© riproduzione riservata