Venerdì 18 Marzo 2011

Crocifisso/Gelmini: Grande vittoria Italia,simbolo irrinunciabile

Roma, 18 mar. (TMNews) - "Profonda soddisfazione" per la sentenza della corte di Strasburgo che ha dato ragione al Governo italiano nella causa 'Lautsi e altri contro Italia' sulla presenza del crocifisso nelle aule delle scuole pubbliche, spiegando che non è considerabile come un "elemento di indottrinamento". A esprimerla è il ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini, secondo la quale nel pronunciamento della corte di Strasburgo "si riconosce la gran parte del popolo italiano. Si tratta - dice in una nota Gelmini - di una grande vittoria per la difesa di un simbolo irrinunciabile della storia e dell'identità culturale del nostro Paese". Il Crocifisso - prosegue il ministro - sintetizza i valori del Cristianesimo, i principi sui cui poggia la cultura europea e la stessa civiltà occidentale: il rispetto della dignità della persona umana e della sua libertà. E' un simbolo dunque che non divide ma unisce e la sua presenza, anche nelle aule scolastiche, non rappresenta una minaccia né alla laicità dello Stato, né alla libertà religiosa". Oggi - conclude - è un giorno importante per l'Europa e le sue istituzioni che finalmente, grazie a questa sentenza, si riavvicinano alle idee e alla sensibilità più profonda dei cittadini".

Red/Cro

© riproduzione riservata