Martedì 22 Marzo 2011

Libia/ Terza notte di raid; Frattini: serve comando Nato

Roma, 22 mar. (TMNews) - Terza notte di bombardamenti sulla Libia e ancora incertezze e polemiche sulla missione alleata nel paese. Mentre la Cina reitera la sua richiesta di uno stop ai bombardamenti l'Italia insiste a chiedere un "un comando unificato della Nato". intervenendo a 'Radio Anch'io'il ministro degli Esteri Franco Frattini è stato esplicito: l'intervento nel paese nordafricano, ha detto, "non è una missione di guerra ma di tipo umanitario per far rispettare a Gheddafi un cessate il fuoco assoluto" ha osservato Frattini, e "una volta fermata l'azione di Gheddafi che tutto il mondo aveva giudicato inaccettabile", è "il momento di tornare alle regole". "Le regole - ha proseguito il titolare della Farnesina - dicono coordinamento unico, condivisione della responsabilità: ciascuno dei paesi dell'Alleanza deve poter condividere le scelte e pagarne i prezzi eventualmente politici". Sul tema, potrebbe decidere a breve la Nato. Ieri il presidente americano Barack Obama ha chiarito che il passaggio di consegne dagli Usa sarà fatto in breve tempo e dicendo "breve" a spiegato che è "una questione di giorni non di settimane". Sul terreno, quella trascorsa è stata la terza notte di bombardamenti. Ancora una volta è stata presa di mira la residenza-bunker del leader libico Muammar Gheddafi a Tripoli, dove il rais userebbe civili e giornalisti occidentali come scudi umani. Secondo l'emittente araba al Jazeera, i raid hanno preso di mira anche installazioni radar di due basi dell'aviazione libica a Bengasi. Dall'est della libia, dove i ribelli sembrano riprendere posizioni, viene la notizia della scomparsa di quattro giornalisti occidentali, di cui almeno tre certamente arrestati dalle truppe di Gheddafi. quanto al rimorchiatore italiano 'Asso Ventidue', l'imbarcazione ha ormeggiato nel porto di Tripoli questa mattina e l'equipaggio è stato autorizzato dai militari libici a bordo a contattare familiari e compagnia. L'armatore rende noto che "tutti i membri dell'equipaggio stanno bene".

vgp

© riproduzione riservata