Sabato 14 Maggio 2011

Salute/ Problemi respiratori se si abita dove c'è troppo traffico

Roma, 14 mag. (TMNews) - Risiedere nelle vicinanze di una strada a intenso traffico veicolare potrebbe provocare a lungo andare disturbi respiratori e allergici. Nel dettaglio, chi vive entro 100 metri da una strada particolarmente trafficata presenta un rischio significativo di avere questi problemi rispetto ai soggetti non esposti, fino al doppio. È quanto emerge dalla ricerca 'Geographical information system and environmental epidemiology: a cross-sectional spatial analysis of the effects of traffic-related air pollution on population respiratory health' pubblicata sulla rivista scientifica Environmental health e realizzata dall'Unità di epidemiologia ambientale polmonare dell'Istituto di fisiologia clinica (Ifc) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Pisa, insieme con altri due istituti Cnr, l'Istituto di scienza e tecnologie dell'informazione (Isti-Cnr) di Pisa e l'Istituto di biomedicina e immunologia molecolare (Ibim-Cnr) di Palermo. Il maggior rischio significativo rilevato è stato di oltre il 76% di avere sibili persistenti, dell'80% di soffrire di bronco-pneumopatia cronico ostruttiva, tra i maschi. Mentre nelle donne si evidenzia un rischio significativamente maggiore del 61% di avere dispnea, dell'83% di avere positività ai test allergometrici, del 68% di avere una diagnosi di asma e del 67% di avere attacchi di difficoltà di respiro con sibili. Le analisi hanno riguardato 2062 soggetti di età media 46 anni per gli uomini e 49 per le donne. Sono stati considerati altamente esposti i soggetti che risiedevano entro 100 metri rispetto alla strada tosco-romagnola, moderatamente esposti i soggetti che risiedevano fra 100 e 250 metri e non esposti quelli che risiedevano fra 250 e 800 metri. Dall'analisi dei dati è risultato un andamento decrescente nella prevalenza dei sintomi e malattie respiratorie rispetto alla distanza dalla strada.

Red/Apa

© riproduzione riservata